SEMI DI LINO E CHIA PER COMBATTERE IL CANCRO

Tra i cibi anti-cancro più potenti ci sono i semi di lino e di chia, che sono una ricca fonte di lignani.

I lignani sono sostanze vegetali che hanno effetti anti-estrogenici che inibiscono la crescita cellulare nei tumori della mammella. e appartengono ad una delle quattro classi di fitoestrogeni (isoflavoni, lignani, stilbeni, coumestani).

I fitoestrogeni sono un gruppo di sostanze chimiche presenti nelle piante che possono agire come gli ormoni estrogeni. In particolare, i lignani sono strutturalmente simili al principale estrogeno dei mammiferi, l’estradiolo.

 Nel tratto digestivo umano, questi fitoestrogeni sono trasformati dai batteri in enterolignani.

Effetti anti-cancro dei lignani

Gli enterolignani hanno una struttura  simili agli estrogeni che consente loro di legarsi ai recettori degli estrogeni.

Poiché hanno un’attività estrogenica debole, una volta che si legano ai recettori, bloccano l’azione degli estrogeni andando a modularne l’azione nel corpo. Per questo motivo, i lignani vegetali sono classificati come fitoestrogeni e c’è stato un grande interesse per il potenziale contributo degli alimenti ricchi di lignani alla riduzione del rischio di tumori correlati agli ormoni.

È importante riconoscere il ruolo dei batteri  in questo processo, perché gli antibiotici possono distruggere i batteri benefici nell’intestino, con conseguente riduzione a lungo termine degli enterolignani.  Mangiare carne proveniente da allevamenti industriali, ci espone agli antibiotici, così come l’abuso e la prescrizione inappropriata di questi farmaci da parte dei medici.

I semi di Lino, la miglior fonte di lignani

I semi di lino sono la fonte più ricca di lignani vegetali, con circa tre volte il contenuto di lignani dei semi di chia e otto volte il contenuto di lignani dei semi di sesamo. È importante notare che l’olio di semi di lino non contiene lignani, perché si legano alla fibra, e nell’ olio questa è rimossa.

Alcuni studi

Gli Enterolignani complessivamente abbassando i livelli serici di estrogeni.

Queste sostanze vegetali aumentano anche la concentrazione di globulina legante gli ormoni sessuali, e questo attenua ulteriormente gli effetti degli estrogeni.

Questi benefici sono stati documentati quando 48 donne in postmenopausa hanno consumato 7,5 g / die di semi di lino macinati per 6 settimane, poi 15 g per 6 settimane,  e sono state osservate diminuzioni significative di estradiolo, estrone e testosterone, con una maggiore diminuzione del sovrappeso.

In un modello sui topi, una dieta a base di semi di lino (5%, 10%) mostra un’inibizione dose-dipendente della crescita del tumore al seno: aumentando la dose dei semi di lino, diminuisce la crescita delle cellule tumorali.

Le prove sull’uomo hanno anche confermato effetti benefici simili. Uno studio controllato in doppio cieco, randomizzato e controllato su semi di lino aggiunti alla dieta ha dimostrato una protezione significativa.

In questo studio le donne mangiavano un muffin (controllo) senza semi di lino aggiunti, o un muffin contenente 25 g di lino, a partire dal momento della diagnosi del cancro al seno per soli 32-39 giorni fino all’intervento chirurgico. Il tessuto tumorale analizzato alla diagnosi e poi al momento dell’intervento ha dimostrato benefici sorprendenti anche in questo breve lasso di tempo. C’è stata una significativa apoptosi (morte delle cellule tumorali) e ridotta proliferazione cellulare nel gruppo dei semi di lino in appena un mese.

I semi di lino sono chiaramente super-alimento; anche con una dieta mediocre offrono una protezione potente contro il cancro al seno.

Un altro studio interessante sul lino ha seguito le donne fino a 10 anni e ha riscontrato un rischio ridotto del 51% di mortalità per tutte le cause e un rischio ridotto del 71% di mortalità per cancro al seno.

In conclusione: non dimenticate di aggiungere 1 cucchiaio di semi di lino macinati (o semi di chia) ogni giorno. Se usati in una dieta con altri alimenti protettivi,  come verdure verdi, cipolle, funghi e legumi, il loro potere benefico nei confronti del cancro al seno viene potenziato.

 

Riferimenti:

Fight Breast Cancer with Flax and Chia seeds 

Archivio articoli