LE 10 RACCOMANDAZIONI PER PREVENIRE IL CANCRO

L’Istituto Americano per la Ricerca sul Cancro ha pubblicato le 10 raccomandazioni per prevenire il cancro:

1- Essere magri (senza essere sotto peso)
2- Essere fisicamente attivi, per almeno 30′ ogni giorno. Limitare le abitudini sedentarie
3- Eliminare le bevande zuccherate e limitare i cibi ad alta densità calorica (> di 600 calorie/pound)
4- Mangiare più vegetali, usando più varietà di verdure, cereali integrali e legumi
5- Limitare il consumo di carne rossa ed eliminare il consumo di carne lavorata
6- Se si consuma alcol abitualmente, ridurne il consumo. Non si devono superare i due bicchieri al giorno per l’uomo e uno per la donna
7-Limitare il consumo di cibi salati e conservati sotto sale
8- Non usare integratori per prevenire il cancro
9- Allattare esclusivamente i bambini al seno per almeno 6 mesi prima di introdurre altri liquidi e cibi
10- I sopravvissuti al cancro dovrebbero seguire le raccomandazioni per la prevenzione
E ricordarsi sempre di non fumare o masticare tabacco.

Queste raccomandazioni sembrano avere una grande importanza nella prevenzione del cancro al seno. Infatti questa patologia risulta inferiore del 60% nelle donne che hanno seguito almeno 5 di queste raccomandazioni, rispetto a quelle che non ne hanno seguita nessuna.

Il consiglio più importante sembra essere quello di restare normopeso, insieme a quello di mangiare prevalentemente cibi vegetali e limitare l’uso di alcolici.

In modo particolare per quel che riguarda la dieta, l’Istituto Americano di Ricerca sul Cancro ha elogiato The China Study e il documentario Forks Over Knives, per la loro iniziativa di promuovere l’alimentazione a base vegetale, in quanto tutti gli studi sembrano confermare che le diete più sane sono quelle che ruotano attorno ai cibi vegetali.

Oltre che ad una riduzione significativa del cancro al seno, l’adesione a queste 10 raccomandazioni riduce il rischio di cancro all’endometrio, al colon retto, al polmone, al rene, allo stomaco, al cavo orale, all’esofago e al fegato.

In altre parole, seguire queste semplici raccomandazioni aiuta a prevenire la maggior parte dei tipi di cancro.

Per il cancro alla vescica, uno studio condotto su 469.000 persone seguite per 11 anni ( lo studio più grande fino ad oggi), ha scoperto che aumentare il consumo di proteine animali solo di un 3% delle calorie totali,  aumenta il rischio di cancro alla vescica del 15%,  mentre aumentare il consumo di proteine vegetali di un 2%, porta ad una riduzione del rischio del 23%.

L’adesione a queste linee guida oltre che aiutare a prevenire il cancro, sembra ridurre il rischio di cardiopatia e la mortalità per tutte le cause, permettendoci di vivere più sani e più a lungo.

Per vedere quale fossero gli effetti dello stile di vita sullo sviluppo dei tumori, è stato fatto uno studio su due gruppi religiosi, gli Avventisti e i Battisti. Questi 2 gruppi scoraggiano i propri fedeli dal bere e dal fumare.

Oltre a questo, gli Avventisti evitano anche il consumo di carne. In questo modo si è visto che il consumo di carne incide sullo sviluppo della malattia tumorale. Infatti gli Avventisti hanno tassi di cancro più bassi dei Battisti. In particolare tra gli Avventisti, i vegetariani avevano rischi anche più bassi, e quelli che consumano più vegetali risultano essere i più sani.

 

Riferimenti utilizzati: 

NutritionFacts.org

American Institute for Cancer Research

 

 

 

 

Archivio articoli