28 Day Challenge

Solo per i più coraggiosi!

Se vuoi provare un cambiamento estremo delle tue abitudini alimentari, questa sezione è dedicata a te!

Ti aiuterà a trasformare la tua alimentazione e ad adottarne una completamente vegetale.

Provala per 28 giorni!

Se hai una patologia grave o stai seguendo una cura farmacologica, parla con il tuo medico prima di iniziare questa nuova alimentazione, e non eliminare o cambiare il dosaggio dei tuoi farmaci senza prima esserti consultato con lui.

Se stai seguendo un regime vegetariano/vagano da più di 3 anni o sei in gravidanza o allattamento, ricordati di integrare la vitamina B12 (minimo 5 mcg al giorno) assumendo un integratore sublinguale.

Gli effetti di una dieta totalmente vegetale.

Una volta eliminati tutti i prodotti raffinati, gli oli vegetali, le proteine e i grassi animali potrai vedere i reali effetti di una dieta a base vegetale. Già in pochi giorni potrai misurare i cambiamenti:

Diminuzione del peso corporeo
Diminuzione del colesterolo
Diminuzione della pressione arteriosa
Diminuzione della glicemia

Prima di iniziare

L’obiettivo di questi 28 giorni non è di testare la tua forza di volontà, ma quello di cambiare la tua alimentazione per migliorare la tua salute e la tua vita.
Per riuscire a farlo con successo, la cosa migliore da fare, prima di iniziare, è quella di eliminare dalla tua casa tutti i prodotti industriali e raffinati che minano la tua salute e ai quali è difficile resistere.
Stiamo parlando di prodotti ricchi di grassi, zuccheri, sale e additivi come: cioccolato, gelati, patatine, salatini, merendine, snack, cioccolatini, caramelle, succhi di frutta, bevande dolci (anche con aspartame) ecc.

Studia le ricette e procurati tutti gli ingredienti necessari (cereali, legumi, verdure fresche e surgelate, frutta, spezie ecc.). Riempi la tua casa di cibo buono per la tua salute.

SETTIMANA 1

Elimina tutti i latticini.

Questi alimenti sono une delle principali cause delle più comuni patologie che affliggono la civiltà moderna.
Latte e formaggi promuovono la cardiopatia e il cancro.
Sono infatti la principale fonte di grassi saturi e colesterolo della nostra dieta moderna e l’80% delle loro proteine sono rappresentate dalla caseina che è uno dei più potenti promotori della crescita tumorale nella nostra dieta.
Inoltre sono una delle principali cause della costipazione nei bambini e di disturbi gastrointestinali nell’adulto.
Se pensi di aver bisogno dei latticini per il loro contenuto di calcio, ricorda che le verdure a foglia verde e i legumi sono una ottima fonte di calcio per il nostro corpo e che i paesi con un maggior consumo di latticini come Stati Uniti, Gran Bretagna, Norvegia, Svezia e Nuova Zelanda, hanno anche il tasso più alto di osteoporosi.
Tassi più bassi di questa patologia sono stati osservati nelle popolazioni rurali di Asia e Africa dove il consumo di latticini e proteine animali è ridotto.
E’ dura abbandonare i latticini ma il tuo corpo ne trarrà un grande beneficio.

SETTIMANA 2

Elimina la carne ( rossa, bianca, insaccati, affettati, dadi brodo) e le uova.

Questi alimenti infatti risultano troppo ricchi di grassi saturi, colesterolo e proteine.
L’Organizzazione Mondiale della Sanità raccomanda che solo il 5-6% delle calorie che ingeriamo provenga da proteine.
Ma con la dieta moderna ricca di prodotti animali ne assumiamo tra il 24 e il 28%.
Una dieta totalmente vegetale basata sugli amidi (patate, patate dolci, cereali, legumi) a cui si aggiungono frutta e verdura ne fornisce circa il 10% quindi permette di coprire abbondantemente il tuo fabbisogno proteico.
L’eccesso di proteine determina perdita di massa ossea, osteoporosi, danneggiamento dei reni, calcoli renali, disfunzioni immunitarie, artrite, promozione del cancro, perdita energia e di salute generale.

SETTIMANA 3

Elimina il pesce.

Il pesce è considerato un alimento utile per assumere gli acidi grassi essenziali omega 3 che il nostro corpo non è in grado di produrre.
Questi acidi grassi assieme agli omega 6, sono importanti per stabilizzare la membrana cellulare, regolare le funzioni del sistema nervoso e immunitario, la coagulazione del sangue, i livelli di trigliceridi, la pressione sanguigna, e proteggerci dall’infiammazione, dalla cardiopatia e dal cancro.
Ma in realtà non c’è alcuna necessità di consumare questo alimento per assumerli. Infatti i pesci ottengono gli omega 3 mangiando le alghe.
Sono le piante che sintetizzano questi acidi grassi essenziali, come pure gli omega 6.
Se seguirai una dieta completamente a base vegetale, ricca di cereali integrali, legumi, verdure e frutta, senza oli vegetali aggiunti, assumerai la quantità adeguata di acidi grassi essenziali.
Ricorda che la principale fonte di avvelenamento cronico da metilmercurio, nell’essere umano è rappresentato dal pesce e dai frutti di mare. Questa sostanza è un grave rischio per la nostra salute in quanto può danneggiare il cuore, i reni, il sistema immunitario e nervoso.
I pesci in cima alla catena alimentare sono i più contaminati assieme a tonno, salmone, pesce spada, aringhe, sgombri, sardine.

SETTIMANA 4

Elimina gli oli vegetali

Quando si estrae un olio da un seme (girasole, mais, lino, soia ecc) o da un frutto (oliva) esso smette di essere un cibo naturale.
Infatti, a parte fornire un enorme quantità di calorie (120 calorie per cucchiaio) un olio vegetali non possiede più i nutrienti presenti originariamente nei frutti e nei semi da cui è estratto.
In questo stato l’olio si comporta come un farmaco, con effetti sia positivi che negativi sulla nostra salute.
L’effetto negativo più facilmente riscontrabile dovuto agli oli vegetali, è l’aumento di peso nelle persone che ne fanno un largo uso.
Gli studi condotti sui pazienti cardiopatici hanno poi rivelato che gli oli vegetali (compreso l’olio di oliva) danneggiano l’endotelio che riveste le arterie, promuovendo la cardiopatia.
Per evitare di aggiungere olio in cottura, usa padelle anti-aderenti, e impara qualche trucco in cucina provando le ricette preparate per te in questa sezione.
Ricordati anche di controllare le etichette dei prodotti che comperi per scegliere sempre quelli senza oli e grassi aggiunti.

SETTIMANA 5

Congratulazioni!

Se sei arrivato a questo punto, probabilmente avrai iniziato a notare i primi cambiamenti. Ti accorgerai che i tuoi gusti stanno cambiando e che inizi ad apprezzare i piatti semplici e naturali, mentre i cibi di cui non potevi fare a meno sembrano meno attraenti. Avrai cominciato a perdere peso, a sentirti meglio e ad avere più energia.
Hai appena iniziato a scoprire questo nuovo mondo. Per vedere tutti i benefici di una dieta a base vegetale, ti resta solo una cosa da fare: andare avanti, perché ora sai che il cambiamento è possibile.